Premiati i vincitori della 25^ edizione del Concorso letterario Modello Pirandello

Ultimi articoli
Newsletter

Agrigento | il Kiwanis Club tra cultura e solidarietà

Premiati i vincitori della 25^ edizione
del Concorso letterario Modello Pirandello

Si è conclusa sabato 9 novembre la premiazione del concorso letterario “Modello Pirandello” organizzata dal Kiwanis International Club di Agrigento

di Francescochristian Schembri

XXV Edizione Modello Pirandello
XXV Edizione Modello Pirandello

AGRIGENTO | Si è conclusa sabato 9 novembre la premiazione del concorso letterario “Modello Pirandello” organizzata dal Kiwanis International Club di Agrigento. Giunta alla sua XXV edizione, il concorso letterario, ha visto l’adesione di oltre 400 Istituti scolastici superiori di tutta Italia e la partecipazione di centinaia di ragazzi impegnati nella elaborazione di una novella inspirata alla grande tematica narrativa del premio Nobel Luigi Pirandello.

Il club di Agrigento del Kiwanis International, a decorrere dal 1986 (50° anniversario della morte di Luigi Pirandello), bandisce annualmente il concorso letterario "Modello Pirandello", rendendo così partecipi gli studenti delle scuole secondarie superiori d’Italia che, anche quest’anno, ha avuto numerosissimi consensi; oltre 180 le novelle pervenute, aventi come denominatore comune le tematiche pirandelliane.

I dieci finalisti, provenienti da varie parti d’Italia, sono stati selezionati da una apposita commissione di lettura presieduta dal Dott. Luigi Ruoppolo che ha avuto il compito di annunciare il vincitore della novella “Rottura Scenica” scritta dal giovane studente Marco Maimone del Convitto “Vittorio Emanuele II” di Roma. A quest’ultimo è stato consegnato un assegno di 900 euro oltre alla targa e al diploma. Secondo classificato (con un premio di 500 euro), Nico Alfieri del liceo classico “M. Pagano” di Campobasso con la novella “Sia Maledetto Luigi Pirandello”, mentre gli altri finalisti hanno avuto un meritato ex aequo al terzo posto e ricevuto il premio di 250 euro cadauno. I premi in danaro sono stati consegnati dal responsabile di zona dell’istituto bancario UNICREDIT, Dr. Rizzo, sponsor unico della manifestazione.

Menzioni speciali sono state consegnate a Nina Alfano e Marta Buttafuoco di Bagheria, Giuseppe Trapani di Palermo, Vincenzo Nicotra e Paola Pennisi di Catania, Azzurra Forti di Grosseto, Bruno Fuoco di Rogliano (CS), Matteo Malaspina di Reggio Calabria, Tancredi Prestifilippo di Piazza Armerina, Gaetano Gati e Eleonora Sanfilippo di Canicattì.

Oltre ai premi in denaro, sono stati consegnati altri doni dall’ing. Dino Barone, presidente del Parco Letterario Luigi Pirandello, e dal prof. Mario Gaziano del Pirandello Stable Festival.

La cerimonia di premiazione si è articolata nella lettura di stralci delle novelle finaliste da parte degli operatori teatrali Diletta Calcullo e Salvatore Nocera, intervallati da momenti teatrali grazie alle rappresentazioni del gruppo Kiwanis di Valderice, sotto la direzione scenica di Mario Gaziano.

Presenti numerose autorità kiwaniane ed il vicesindaco del Comune di Agrigento, Dr. Pietro Luparello, accolti dal presidente del Kiwanis Club di Agrigento, Dott. Mauro Cardella, dal cerimoniere della serata, Prof. Francesco Zicari, e dal Lgt. Governatore, Gaetano Martorana.

Contestualmente al concorso letterario, il rappresentante UNICEF di Agrigento, Arch. Roberto Campagna, ha illustrato il progetto “ELIMINATE”, la campagna di sensibilizzazione che l’UNICEF con il Kiwanis International porta avanti dal giugno del 2010 per la totale eliminazione del tetano neonatale e materno, una malattia che uccide circa 60.000 neonati ogni anno. Il ricavato della serata, per un importo di 520 euro, consentirà di salvare circa 350 bambini e avvicinarci così all'obiettivo di zero mortalità infantile.

Domenica 10 novembre 2013
Ultima modifica: domenica 10 novembre 2013

© Riproduzione riservata

1181 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: